PagineDi- Trenta e Lode
Contatti
  • Home
  • News
  • SPAZIO EDITORI DEL PIEMONTE ALLA FIERA DELLA PICCOLA E MEDIA EDITORIA DI ROMA “PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI”.

SPAZIO EDITORI DEL PIEMONTE ALLA FIERA DELLA PICCOLA E MEDIA EDITORIA DI ROMA “PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI”.

PARTECIPAZIONE DELLA REGIONE PIEMONTE ALL 17* EDIZIONE DELLA FIERA DELLA PICCOLA E MEDIA EDITORIA DI ROMA “PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI”. GESTIONE E COORDINAMENTO SPAZIO EDITORI DEL PIEMONTE Affidamento del servizio in oggetto con determinazione dirigenziale n. 536 del 13/11/2018, a cura di Direzione Promozione della Cultura, Turismo e Sport. Settore Promozione dei Beni Librari e Archivistici, Editori ed Istituti Culturali Totale affidamento € 4.000,00 La Società Cooperativa Trenta e Lode Distribuzione ha organizzato la partecipazione degli editori indipendenti del Piemonte alla 17* Edizione della Fiera Nazionale della Piccola e media editoria Più libri, più liberi, Roma 5-9 dicembre 2018. La Fiera si è conclusa anche quest’anno con un grande successo di pubblico, come hanno rilevato i numerosi articoli sui maggiori quotidiani nazionali. Le presenze complessive sono state leggermente penalizzate dal fatto che ci sono stati solo 2 giorni festivi sui 5 della Fiera, ma nel week end c’è stato un buon recupero. Lo Spazio Editori del Piemonte è stato molto visitato. Si trovava al primo piano, solitamente dedicato agli stand più istituzionali e agli eventi, dove quest’anno comunque erano presenti anche stand di editori, in posizione visibilissima. Era uno spazio aperto, pensato e allestito per facilitare la fruizione da parte dei visitatori. Nei cinque giorni espositivi abbiamo modificato il lay out per fare in modo che, a turno, tutti gli editori venissero  posizionati sul perimetro esterno dello stand, anche se la concezione dello spazio permetteva una più che buona visibilità ovunque. L’esposizione è stata organizzata per editore in modo che i visitatori potessero avere un’idea della tipologia di proposta. E’ stato fatto un corner bambini con gli editori che avevano un catalogo per l’infanzia (e in alcuni momenti è stato preso d’assalto da piccoli potenziali lettori!) Dal numero delle presenze, dalle domande che moltissimi ci hanno fatto, dai cataloghi distribuiti e informazioni diffuse,  ci sembra di poter dire che la proposta nel suo complesso abbia suscitato grande interesse. Interesse che non sempre si è concretizzato in vendite, ma crediamo che abbia fatto conoscere e apprezzare l’editoria piemontese.